E voi che mountain bikers siete?

Facile dire “vado in mountain bike”, ma non tutti i mountain bikers sono uguali, una volta saliti in sella alla bici. Oggi vogliamo illustrarvi quali sono le tipologie più comuni degli individui che potrete incrociare sulle strade sterrate di montagna o in mezzo alla natura selvaggia.

Quello che la chiama per nome

Lui è il vero mountain bikers, o almeno questo è quello che vuole credere. La sua bici ha un nome, di solito femminile, oppure si riferisce a lei chiamandola “la mia piccolina”. I giretti in mountain bike sono la sua vera ragione di vita e ogni momento è buono per usarla. A qualunque ora e con qualunque condizione atmosferica. Pioggia, vento, fango, a lui non importa. È super preparato sui vari modelli e marchi, segue pagine Facebook, legge libri e partecipa attivamente a forum ed è quello che sul gruppo di Whatsapp “Amici della Mountain Bike” propone sempre un’uscita o chiede chi è disponibile per un’impresa memorabile.
Se non esce tre volte a settimana è colto da crisi d’astinenza. Per tutti questi motivi, gli amici ormai lo evitano, stanchi di sentir parlare solo di mountain bike.

L’Inadeguato

All’estremo opposto di “quello che la chiama per nome”, c’è l’Inadeguato. Esce di casa come se dovesse andare al supermercato, e invece inforca la bici, rigorosamente usata, per uscire con il gruppo su percorsi impervi.
Non gli interessa dell’abbigliamento tecnico, non è raro vederlo in mountain bike con jeans e maglietta, e nemmeno della bicicletta. Ripete come un mantra che “non è quello che fa il mountain bikers, ma la tempra”. E lui ha da vendere. Infatti, nonostante tutto, e nonostante anche le prese in giro dei suoi compagni di mountain bike e degli amici, è un fenomeno. Certo, non è facilissimo riuscire a trovare le energie per le salite a muro la domenica mattina, dopo le birre della sera precedente, ma lui ce la fa. E per di più si diverte, nella sua inadeguatezza.

Quello Didattico

Prima di salire in sella alla sua mountain bike ha partecipato a corsi e letto libri. Forse è proprio per questo che si sente in obbligo di spiegare a chiunque le tecniche da seguire. Non perde occasione per riprendere i compagni di uscita su movimenti, divulgando tutte le informazioni acquisite in mesi e mesi di preparazione e di video guardati su Youtube.
Sa tutto, ma la sua capacità non va di pari passo con le conoscenze tecniche. Certo, per migliorare c’è tempo. Basterebbe solo pedalare.

L’Atteggiato

Lui ha tutto: il modello più nuovo e tecnologico di mountain bike, la Gopro da mettere sul casco, abbigliamento tecnico supercostoso. L’esatto opposto dell’Inadeguato, che esce in mountain bike con il caschetto “della sua zia ricca”.
Le aspettative riposte sull’Atteggiato sono altissime, ma non sempre questa figura le rispetta. Spesso infatti pedala sulla scia degli altri. Peccato, ha del potenziale, ma non si applica.

Il Paesaggista

Non è uno che ama la competizione, anzi. Le sue uscite in mountain bike sono pensate per godersi il panorama. Infatti, esce spesso la domenica, e ci abbina una bella mangiata con i suoi compagni. E chissenefrega se poi le salite si fanno più impegnative, con un piatto di tagliatelle al cervo sullo stomaco. Quello che conta è godersela.
Non lo vedrete fare discese da scavezzacollo, e solitamente si accerchia di altri “Paesaggisti” come lui, che pedalano con calma lungo i pendii.

E voi, che mountain bikers siete?

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Pin on Pinterest0