Come cadere in Mountain Bike: ecco qualche consiglio

Anche la Mountain Bike, come tutti gli sport, ha qualche controindicazione. In questo caso, parliamo delle cadute. Qualunque appassionato di MTB deve farci i conti, e per quanto si cerchi di evitarle, non sempre è possibile. In questo articolo vi spiegheremo quali sono gli errori da evitare durante le discese in MTB in montagna e come cadere senza farvi male.

Non scegliere la via più corta

Bisogna scegliere la via migliore, non la più corta. E la via migliore non è quella che vi farà fare meno strada, spesso in modo pericoloso, ma quella più sicura.

Non guardate la ruota anteriore, mai

Esatto, avete capito bene. Quando fate una discesa, non dovete guardare la ruota anteriore, ma la strada. Solo così potrete accorgervi per tempo delle radici sporgenti, o individuare le linee migliori da seguire, senza ostacoli.

Postura di braccia e piedi

Non tenere le braccia rigide e dritte, durante una discesa devono formare un angolo di 90°. Questo serve per affaticarsi meno, ma anche per proteggervi da eventuali urti. Attenzione anche ai piedi, i talloni devono essere abbassati. Questo vi servirà a proteggervi, ogni volta che la bici salta o colpisce un ostacolo. Infatti, i talloni bassi servono ad assorbire i colpi. Le ginocchia invece dovranno essere flesse, così come le braccia. In ogni caso, non dimenticate mai le protezioni e casco ben allacciato.

Non inchiodate

Chi va in MTB lo sa, la gestione della frenata è importantissima. Chi fa downhill frena progressivamente. Evitate invece di frenare in curva, è il modo più facile per cadere.

Non concentratevi sulla paura di cadere

Non fate vincere la paura, se siete in discesa e avete un ostacolo che vi spaventa, guardate bene dove mettete le ruote. Cadere è normale, basta solo fare attenzione e imparare a cadere per limitare i danni.

Qualche trucchetto

Se sentite che state per cadere dovete prepararvi a rotolare. Per attutire l’impatto, le mani e le braccia non devono essere rigide. Questo eviterà che vi rompiate la clavicola. Le cadute sono importanti anche per conoscere se stessi e i propri limiti. Imparerete a gestire il vostro corpo, ma anche la paura e l’emozione.

E a voi, è mai capitato di cadere in MTB?

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Pin on Pinterest0