Prima volta in montagna: consigli per chi viaggia con i bambini

Se si hanno figli e si ama la montagna non c’è niente di meglio che regalarsi una vacanza sulla neve, insieme a tutta la famiglia. Ma le cose a volte sono più complicate di quello che sembrano. Soprattutto se è la prima volta che portate i vostri bambini in montagna.

Oggi vi daremo qualche consiglio per fare in modo che i vostri bimbi possano amare la neve e la montagna come voi, e trascorrano una vacanza divertente. Ma soprattutto vi spiegheremo come superare senza problemi le possibili avversità che potreste incontrare.

Avvicinarsi agli sci

Tutti i bambini di almeno quattro anni possono sciare, a volte anche prima. L’importante però è che un genitore non lasci trapelare eventuali paure o timori. Un genitore apprensivo è la causa principale delle incertezze dei bambini sugli sci. Ad ogni modo, anche se siete sciatori provetti, è meglio affidare il vostro piccolo alle mani esperti di un maestro di sci che saprà come approcciarsi a lui, aiutandolo a muovere i primi passi sulla neve.

Paura di sciare

Come dicevamo, sono spesso gli adulti a rendere i bambini insicuri, inculcandogli paure che questi non avrebbero. L’importante è che il bambino non affronti piste troppo affollate o troppo difficili per le sue capacità. Se invece il bambino è pauroso, cercate di proporgli lo sci in maniera graduale. E’ importante che faccia solo quello che si sente senza mai spingerlo oltre i suoi limiti.

Sciare non gli piace

Attenzione però: lo sci deve essere un piacere. Se non si diverte, provate a convincerlo che sciare è bello e che non è poi così freddo come sembra, ma non insistete. I bambini non sono tutti uguali, e non ha senso costringerlo a fare qualcosa che non gli piace. Magari un tentativo potrebbe essere quello di iscriverlo a un corso collettivo. Oltre a costare meno, risulterà più divertente, perché i bambini staranno fra di loro e faranno nuove amicizie.

Il freddo

I bambini sono più sensibili degli adulti al freddo e disperdono maggiormente calore. Motivo per cui devono sempre essere protetti, in particolare testa e collo. L’abbigliamento è molto importante. Tuta, guanti, scarpe impermeabili e calde devono proteggerlo.
Inoltre, anche se in inverno, non dimenticate mai di proteggerli dai raggi solari con creme e occhiali da sole di buona qualità. E quando si scia: il casco!

I rifiuti si portano a casa

Sia che siate su una pista da sci o a ciaspolare in mezzo a un bosco, la regola è sempre la stessa: i rifiuti si portano a casa. E’ importante insegnare ai bambini che la Natura è importante e va salvaguardata. In quota non ci sono cestini e tutti gli avanzi di snack o spuntini vanno messi in un sacchetto nello zaino e poi buttati una volta tornati a casa o in hotel.

E voi, come affrontate la montagna con i vostri bambini?

Prenota Ora