Cosa mangiare in montagna prima e dopo lo sci

L’alimentazione quando si fa vita all’aria aperta o sport, è sempre importantissima. Oggi vi suggeriremo cosa mangiare in montagna, prima e dopo lo sci o lo snowboard.

Infatti, esistono alcune leggende sull’assunzione di proteine prima di un’uscita sulla neve, che però non solo non sarebbero utili a trovare energie, ma addirittura potrebbero rendervi più affaticati.

Leggete qui, se siete curiosi.

Cosa cambia rispetto alla pianura

L’alimentazione, prima di una sciata, deve tenere conto di alcuni fattori. Del dispendio di energie, dello sforzo fisico, ma anche dell’altitudine. Infatti, quest’ultima potrebbe rendere la digestione più difficoltosa.

Cosa evitare

C’è una vecchia tradizione, in montagna, di mangiare salumi, dolci e altri alimenti particolarmente calorici, prima di fare sport sulla neve. Sembra invece che questi siano altamente sconsigliati, così come gli alcolici. Anche se sappiamo bene che sono una delle bevande preferite per i frequentatori di rifugi! L’alcol infatti può alterare la termoregolazione e quindi favorire anche il rischio di assideramento.

Qual è la dieta equilibrata

La dieta di chi fa sport è composta da circa il 55% di carboidrati, dal 30% di grassi e dal 15% di proteine. Infatti, riso, cereali, pasta e polenta vi daranno l’energia necessaria per sostenere lo sforzo fisico, e per ritardare la fatica.

Inoltre, visto lo sforzo muscolare, vi consigliamo di assumere maggiori quantità di sodio, potassio e magnesio. Infine non dimenticate di bere molto. Il freddo e la scarsa sudorazione danno una minore sensazione di sete. Inoltre, respirare aria fredda fa perdere maggiore quantità di acqua. Per questi motivi si tende a disidratarsi più facilmente.

A colazione

Se avete intenzione di trascorrere una giornata sulla neve, la prima colazione è uno dei pasti più importanti. Vi consigliamo di iniziare la giornata con caffè, latte e yogurt, fette biscottate con marmellata e cereali. Poi, verso metà mattinata potete fare uno spuntino con della cioccolata fondente, per riacquistare energie fino all’ora di pranzo.

Il pranzo

Meglio orientarvi verso un pranzo leggero ed equilibrato. Quindi un primo poco abbondante, seguito da carne magra o prosciutto. Andranno benissimo un piatto di pasta al pomodoro, un risotto o una minestra. Anche un panino con affettato o un primo poco condito possono costituire un pranzo giusto.

A cena

A cena potete mangiare un pasto un po’ più abbondante, aggiungere anche frutta e verdura, che a pranzo correvano il rischio di rallentare la digestione, e se lo desiderate, del vino o una grappina di fine pasto. In questo caso potete anche assaggiare tutte le delizie della cucina di montagna che avete evitato a pranzo, per non appesantirvi. Quindi via libera a formaggi, salsicce, crauti e birra. Se vi sembra un pasto troppo abbondante, attenetevi alla regola che in montagna si cena presto. In questo modo avete tutto il tempo di digerire un pasto abbondante, prima di andare a dormire.

E voi, cosa mangiate prima dello sci?

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Pin on Pinterest0